domenica 22 gennaio 2017

PERICOLI E SCEMPI INVISIBILI ... QUINDI IMPREVEDIBILI

... il mio paese, tranquillo e sonnecchiante, ...
... gli orti, la chiesa e il piccolo cimitero, in alto ....




... un immagine di bucolica tranquillità ...
... l'immagine che vede la nostra amministrazione comunale da decenni ...
... ma allarghiamo un poco la prospettiva ...
... è difficile e complicato vederlo, lo so, ma aguzziamo la vista ... guardiamo con un po' di attenzione ...



... per chi non riuscisse a vedere ...
... quello in alto non è un monte coperto di neve, né le linee bianche sono candide piste da sci ...
... bensì due enormi "ravaneti" di detriti che incombono sull'abitato e che i nostri governanti (di pseudo sinistra e quindi contro i poteri forti) non vedono ....
... un tempo lì erano boschi di castagni e uliveti ...
... ma essendo (quelli si!!!!) pericolosi, perché troppo vicini allo scempio, sono stati acquisiti al "ravaneto" ...
... a volte in Italia le tragedie accadono perché il pericolo è invisibile e imprevedibile ...
(... ps - la foto è del 1999, quando riuscirò a trovare tempo per risalire farò un nuovo post sulla situazione attuale aggiungendo una fiaba che mi veniva raccontata da bambino, quando si pensava che i monti fossero eterni e inamovibili ...)

8 commenti:

  1. Ferite della terra squarci nei boschi, un'po' di colpa la abbiamo forse tutti, anche io ho un piccolo tavolo con il piano in marmo. Si può cavare diversamente? Non so. Sicuramente così non va bene.
    Forse è possibile prevedere rimboschimenti obbligatori, limiti di prelievo, ripristino paesaggistico...
    Raccontaci tu qualcosa in più su questo mondo poco noto al di fuori delle zone di estrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... forse trattando il marmo come materiale prezioso, e non anche per farne carbonato di calcio...
      ... forse obbligando i "proprietari", ops. concessionari ab aeternum, a fare bonifiche obbligatorie senza ravaneti...
      ... neanch'io ho una soluzione, troppi soldi girano e nascondono il problema...
      ... prima o poi però la natura si ribella...
      ... ma non sono mai i colpevoli a subire e a pagare...

      Elimina
  2. Hai detto bene, materiale prezioso. Si vede anche dal bassol'erosione delle cave.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... è ciò che si vede, già spaventoso di per se, ...
      ... è una minima parte ...
      ... ogni monte è un dedalo di gallerie ...
      ... e oltre allo scempio delle vette, molte sorgenti sono inquinate o deviate ...

      Elimina
  3. "Troppi soldi girano", hai proprio ragione e si finisce per tagliare colline senza tenere conto dei corsi d'acqua, disboscare senza tenere conto della montagna... e giù a picco.
    Chissà quando s'inizierà davvero a prevenire e mettere in sicurezza la natura che ci ospita.
    La foto è davvero inquietante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... abitandoci, ci si abitua al pericolo incombente...
      ... poi si riflette...
      ... ma l'impotenza ha sempre la meglio ...

      Elimina
  4. Agghiacciante...e non aggiungo altro.
    A.A.

    RispondiElimina
  5. Che scempio!
    Non c'è stata protesta?

    RispondiElimina