giovedì 12 agosto 2010

DISPENSA E ORIGANO

La sera il tramonto colora di rosso il paesaggio, allunga le ombre e rende indefiniti i contorni ....
In realtà è colpa del fotografo, ma l'inizio veniva meno poetico.

L'origano ormai secco nei sacchettini appesi doveva essere preparato per la dispensa.
La prima fase è quella di separazione dei fiori dai rami e dalle foglie, meno profumati.
La seconda fase è "la polverizzazione" , che io effettuo tramite un vecchio macinino, regalo di nozze fatto ai miei genitori 58 anni fa e che ancora resiste.
Ecco il risultato ... il mio oripepe per pomodori e altri usi è pronto per l'invasettamento

E un po' di profumo di prati d'estate è sigillato per l'inverno, pronto per essere annusato e non solo nelle giornate più fredde

11 commenti:

  1. Mi piaciono queste foto sn molto originali e poi che bello avere anche questa macchinetta nnostante sia vecchi di solito funzionano meglio di quelle nuove...:D..complimenti x la scorta...:P

    RispondiElimina
  2. NOVELINA
    un pò sono io che amo ripetere gesti e tradizioni con metodi sempre uguali.
    Un pò hai ragione tu ... spesso le cose vecchie funzionano meglio e più a lungo delle cose nuove.

    RispondiElimina
  3. oripepe? perchè??

    RispondiElimina
  4. ANONIMO
    palesati con un nome, anche oripepe va bene.
    E' una licenza poetica... solo perchè è origano in polvere.
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Immagino il profumo...uummmhhh che bello quando in inverno si usa l'origano e il pomodoro: è come riaccendere un pò d'estate!
    ciao val
    p.s. sai che io uso l'origano tutto intero? cioè foglie e fiori insieme...non sapevo del diverso profumo...se ne impara sempre!

    RispondiElimina
  6. VALVERDE
    Anche un mio amico, Gino, usa tutta la pianta..
    ma ragioniamo, se usiamo tutta la pianta, perchè aspettare la piena fioritura di luglio... già ad aprile potremmo raccoglierlo.
    Scherzo, ognuno può fare come meglio crede.
    Però a Gino dico "Perchè non macini anche le radici??"

    RispondiElimina
  7. Semola mi sa che io ho un origano interessante, l'ho preso nella piana in una vecchia casa abbandonata è profumatissimo. C'era un periodo in cui ero appassionata di aromatiche, ora un po'meno...ne ho un'aiuola abbastanza un po'trascurata.

    RispondiElimina
  8. SARA
    E' bello avere, come negli antichi giardini medioevali' un piccolo angolo dedicato alle piante aromatiche e/o officinali.
    Anch'io l'avevo, malva, ruta, finoccchio, santoreggia etc ora nascono dove meglio credono sigh...

    RispondiElimina
  9. Ciao Semola, seguo da un pò il tuo blog e mi piace assai! Io ho raccolto dal mio vasone l'origano, ora l'ho messo in casa a testa in giu... non è ancora tutto secco. E' quando è tutto secco che lo macino???? scusa l'ignoranza in materia..
    viola

    RispondiElimina
  10. Perchè invece di tritarlo non lo sgrani a mano?
    tritandolo perdi più olio essenziale.
    Io amo il profumo delle mani dopo aver fatto l'origano.
    Belle le tue piante!

    RispondiElimina
  11. ALTHEA
    Forse hai ragione, da un lato non pensavo che anche dopo l'essicazione si potessero perdere sostanze, dall'altro i pezzi di origano troppo grossi sul pomodoro non mi piaccionno tanto.
    Il prossimo anno farò - in parte - come dici tu. Grazie del consiglio e benvenuta.

    RispondiElimina