martedì 25 gennaio 2011

CARRUBE

.... no, queste non crescono nel mio orto.
Sistemando lo zaino le ho ritrovate all'interno e subito mi è tornata in mente l'estate, il sole, il mare e Creta.


A Creta gli alberi di carrubo sono ovunque ed io (in piccole quantità) non le disdegno (disgusto dei lettori?). E allora beccatevi questa. Mentre guardavo il palazzo di Cnosso ne stavo sgranocchiando una quando vedo lo sguardo disgustato di una turista (inglese o americana) che dice al compagno qualcosa del tipo:"Is a man or a horse?".
Io , che non capisco bene l'inglese, le sorrido mostrandole i miei denti da asino (magro però).
La guardo mentre lei, sudata, rossa e ciccionissima, mastica patatine fritte e penso (in italiano): "Sembra proprio un maiale!"
Tutto ciò per dire che... seguendo la cultura contadina... se non fa male bisogna assaggiare tutto prima di giudicare, per sapere se piace! Tornerò sull'argomento.
Ecco i semi da cui deriva il termine "carato".

18 commenti:

  1. Anche a me piacciono! anzi, le sgranocchiavo anche da piccola, prendendole nei sacchi del mangime per animali, nel consorzio agricolo dei miei nonni. Creta è fantastica...

    RispondiElimina
  2. SARA
    Lo facevo anch'io!!!!!!!... separandole dall'orzo schiacciato, avena e mangime.... ma non volevo disgustare più di tanto.

    RispondiElimina
  3. sono anni che non le mangio perchè le rubavo a mio padre che le dava a non ricordo quale dei suoi animali,forse conigli?
    non le trovo più ...forse dovrei andare a creta?!?!?
    ^_^

    nei negozi tipo naturasì credo di aver visto la crema di carrube...sarebbe un'idea per farci dei dolcetti!
    vado ad indagare appena possibile!

    RispondiElimina
  4. Anch'io le mangio, le trovo in coop nel reparto frutta Bio( e vorrei provare a piantrne un alberello: mah!) e mi piacciono anche se non posso mangiarne troppe..che sono dolci e ..mi fanno un effetto ehm..lassativo! Mi ricordano l'infanzia ,quando le vendevano di fronte ai giardinetti (c'era un signore con il suo carretto pieno di "cose proibite"! tutti dolciumi tradizionali e anche quelli allora "nuovi" cioè le ciuingomme= chewing gum.. le palline colorate (tutte di zucchero e coloranti -sic) , i biberon ripieni di gelatine...ehhh e i dischetti di liquerizia gommosa,poi le castagne secche...i ceci tostati e zuccherati, le mele caramellate ,i bastonicini di sugamilizia=radici di liquerizia,i brustulli= semi di zucca e i lupini ...
    Ecco se ci penso...sento ancora lo scricchiolio sotto i denti!..
    ciao cavallino !
    val

    RispondiElimina
  5. LUBY
    E' un surrogato del cacao.
    Ma si.... con la scusa delle carrube vai a Creta:-))))
    VALVERDE
    Ho detto che sono un asino!!!!!

    RispondiElimina
  6. volevo chiederti se possono crescere ad Alessandria? Maria

    RispondiElimina
  7. MARIA
    Ciao.
    Beh..... come pianta è tipica del sud e delle zone vicino al mare, vuole il caldo insomma. Penso che la pianta potrebbe sopravvivere anche ad Alessandria, tuttavia dubito che fruttificherebbe.

    RispondiElimina
  8. ahhh sorry ..
    allora ciao asinello!;DD
    che poi asini e somari sono bellissimi e tengono il prato"falciato" bene..uhm... vuoi fare un giretto da noi?;DD
    ciao
    val

    RispondiElimina
  9. Mi unisco al gruppo dei buongustai. Prima di dare il mangime ai conigli vado sempre alla ricerca di pezzetti di carrube e, lo ammetto, un po' mi sento in colpa per il "furto"; nei pezzetti più grossi ho trovato qualche seme che voglio provare a piantare, per riprendere le domanda di Maria, fino a qualche anno fa, vicino a casa mia c'era un albero di carrube enorme, quindi penso possa resistere anche al nord d'Italia.

    RispondiElimina
  10. Caspita, ma quanti anni avete? Sono migliaia di anni che non sento parlare di carrube. ;-P

    RispondiElimina
  11. io le ho mangiate nel mese di settembre direttamente dalla pianta sul Gargano! Confesso che era la prima volta che le vedevo, eppure anch'io sono una giovane-antica!

    RispondiElimina
  12. EMILIO
    Possiamo dire di poter fare a meno dei "corn flakes" .... ci cresceranno le orecchie come ai conigli.
    TROPPOBARBA
    Io sono un giovane antico, venti anni per gamba,(N.B. non vecchio), come i mobili di antiquariato (presuntuoso?). Pensa che la carruba era l'oro nero di Cipro, non è autoctona, è stata importata, forse dagli arabi. Negli alimenti la farina di semi di carruba (addensante) è più comune di quanto si possa pensare, ha tantissime altre proprietà, ma come altre coltivazioni (pensa alla canapa) è stata soppiantata dalle grandi coltivazioni di altri generi.

    RispondiElimina
  13. ORIANA
    e ... ti sono piaciute?

    RispondiElimina
  14. e mi son piaciute si, sanno di cioccolata!

    RispondiElimina
  15. dopo aver letto tutto ora son curiosa di assaggiarle. Sicuramente meglio le tue carrube delle sue patatine fritte.

    RispondiElimina
  16. Buonasera semola
    quando ho visto la foto mi è subito venuto alla mente il giorno poco lontano nel quale in compagnia di Libereso Guglielmi ci siamo soffermati, in visita ad un orto botanoico, all'assaggio delle carrubbe. Lui da buon gustaio vegetariano ha invitato tutti alla degustazione...
    a presto
    simonetta

    RispondiElimina
  17. ABUTAGARDEN
    La schiera degli estimatori aumenta...
    Ciao Semola

    RispondiElimina