venerdì 30 settembre 2016

SVINATURA

... è giunto il momento di "svinare" ... separare cioè  il mosto dal vino... 
... apriamo i rubinetti ...

...  è ancora molto frizzante, caldo e dolce, segno che la fermentazione non è ancora terminata ... la gradazione alcolica non potrà che aumentare...
... buon segno...
... riempio i bigonci e successivamente farò un secondo filtraggio in damigiana...



... vino finito resta la vinaccia ...



... ora non resta che pulire "lo strizzo" idraulico...


  ... dare un una strizzatina...  ma non troppo...


... e ciò che resta... verrà restituito alla vigna...


... messo in damigiana il vino continuerà a trasformarsi e dopo qualche ulteriore travaso e filtraggio ... finalmente conoscerò se sarà stato un successo o un bel ....

... FIASCO....

10 commenti:

  1. Bei colori, dietro (prima) di un buon bicchiere di vino :)

    RispondiElimina
  2. ... è ancora presto per dirlo ...
    ... c'è ancora molto tempo e lavoro ...
    ... il vino è vivo ...
    ... e si trasforma continuamente senza solfiti ...
    ... grazie dell'augurio...

    RispondiElimina
  3. detesto l'odore del vino rosso!
    e perfino il vino stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... male male... moooolto male...
      ... io detesto il vino bianco...
      ... ma il rosso a temperatura di cantina...
      ... non si può che amare...

      Elimina
    2. Non si può essere perfetti.

      Elimina
    3. ... che bruttomessere perfetti!!!!!!

      Elimina
  4. Bravo Semola, ricordo ancora l'anno che mi toccò svinare da sola 15 quintali di vino, dopo un po' non riuscivo più a tirare su con i secchi le vinacce da torchiare dal tino perchè era troppo profondo e anche sporgendomi non combinavo nulla, mi spogliai e saltai nel tino, il torchio era affianco e dal il tino gli versavo dentro i secchi di vinacce, quando mi toccò uscire dal tino per pareggiare bene le vinacce nel torchio mi resi conto che per entrarci avevo usato come sgabello una cassetta che era rimasta fuori. Ci volle un po' ma infine uscii, e prima di rientrarci mi ricordai di buttarcene dentro un'altra.

    RispondiElimina
  5. ... ricorda un po' Obelix caduto nella pozione del druido ...
    ... io con 5 quintali avevo la cantina satura di gas di fermentazione e mi sentivo un po' alticcio...
    ... tu con 15 quintali....

    RispondiElimina
  6. caspita, semola, prima il lardo col pane appena sfornato, adesso il rosso a temperatura di cantina, ma ci stai viziando! mi sa proprio che dobbiamo venire a trovarti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... DI QUEL CHE HO ... non mi manca nulla ...

      Elimina